Archivi tag: Mondadori

“La bambina, il cuore e la casa” di María Teresa Andruetto, Mondadori

La bella recensione di La bambina, il cuore e la casa (Mondadori, 2013) del blog (assolutamente da seguire) di Federica Pizzi, Libri e Marmellata è quello che ci vuole in questo venerdì pomeriggio per ravvivare il mio povero blog, decisamente abbandonato a se stesso (oltre un anno senza notizie…che vergogna!)
Buona lettura a tutti e buon fine settimana!

Libri e Marmellata

bambinacuorecopMaría Teresa Andruetto è un’autrice argentina di libri per adulti e per ragazzi che lo scorso anno è stata insignita del premio Hans Christian Andersen, il maggior riconoscimento internazionale nell’ambito della letteratura per l’infanzia, prestigioso e considerato una sorta di Nobel del settore.

La Mondadori ha pubblicato, piuttosto recentemente, nella sua bella collana di narrativa Contemporanea, uno dei romanzi della scrittrice: “La bambina, il cuore e la casa”, in una sobria ed elegante edizione dall’intensa copertina illustrata da Fabian Negrin.

Una storia toccante, raccontata con una partecipazione misurata e discreta che mette in luce i personaggi e lascia che le vicende scorrano come istantanee, impressive ma equilibrate, sotto gli occhi del lettore.
Uno stile pacato e lieve, ma indubbiamente sapiente, che sa come dosare tensione ed emozione.
Allo stesso tempo sensibile, discreto, docile nel lasciarsi seguire anche nei passaggi più dolenti e intensi con naturalezza e spontaneità.

In un…

View original post 667 altre parole

Annunci

Soffocare

Se stai per metterti a leggere, evita.

Tra un paio di pagine vorrai essere da un’altra parte. Perciò lascia perdere. Vattene. Sparisci, finché sei ancora in tempo.

Salvati.

Ci sarà pure qualcosa di meglio alla tv. Oppure, se proprio hai del tempo da buttare, che so, potresti iscriverti a un corso serale. Diventare un dottore. Così magari riesci a tirare su due soldi. Ti regali una cena fuori. Ti tingi i capelli.

Tanto, ringiovanire non ringiovanisci.

Quello che succede qui all’inizio ti farà incazzare. E poi sarà sempre peggio.