Archivi categoria: curiosando

Ricordi…

María Teresa Andruetto vincitrice del Premio Andersen 2012. La nostra María Teresa!

Si comincia, almeno non piove!

Il muro degli illustratori…ma quanti sono??

Portogallo, paese invitato di questa edizione 2012

Portogallo, dettagli

ancora dettagli

Hello from Australia!

All monkeys love bananas – Fremantle Press-Australia

Si finisce. Stanca ma contenta!

Una domenica tranquilla, guardando le foto di qualche mese fa…

WORK OR HOLIDAY?

Tampoco de vacaciones consigo no pensar en los libros. Estas son mis últimas compras en la librería Sandmeyer’sBookstore en Chicago, siguiendo el consejo de una amable librera.

Neanche in vacanza riesco a stare lontana dai libri. Ecco qui gli ultimi acquisti fatti nella libreria Sandmeyer’s Bookstore di Chicago, dietro consiglio di una gentile libraia.

The Year of the Dog by Grace Lyn -Little Brown.

Divertente racconto di una ragazzina americana  di origine asiatica. Divertido relato de una joven americana de origen asiática.

The secret of the Old Clock by Carolyn Keen- Grosset&Dunlap

Ottantanni di un classico in una edizione speciale. Ochenta años de un clásico en una edición limitada.

Charles and Emma,The Darwins’Leap of Faith by Deborah Heiligman-Henry Holt Company

Per i giovani lettori, una biografia di Darwin: lo scienziato e  l’uomo. Para los jóvenes lectores la biografía de Darwin: el científico y el hombre.

….and last but not  least

Will Grayson meet Will Grayson by John Green & David Levithan- Speak

L’ho appena iniziato, divertente ed originale. La storia di un incontro tra due ragazzi che hanno lo stesso nome  ma vite differenti,  in una  fredda notte di Chicago. Per tutti gli adolescenti e non solo. Un nuovo genere che arriverà presto anche in Europa.

Acabo de empezarla, divertida y original. El encuentro de dos chicos que llevan el mismo nombre y vida distintas, en una fría noche en Chicago. No solo para adolescentes. Un nuevo genero que pronto llegará a Europa.

Libri volanti ed altre meraviglie

Qualche foto dalla passata edizione della  fiera del libro di Bruxelles dove  i libri erano davvero dappertutto!

libri volanti

gioco di colori

Japan mon amour

Hablando con Ingrid

Unas fotos de Ingrid Betancourt en la feria del libro de Bruselas 2011 hablando de la escritura como forma de terapia.

Sin duda el evento cultural enteramente dedicado a las mujeres empieza muy bien 🙂

Le monde appartient aux femmes- Fiera del Libro di Bruxelles

Le monde appartient aux femmes ( il mondo appartiene alle donne) questo sará  il filo conduttore della Fiera del Libro di Bruxelles giunta alla sua 41esima edizione.

Una fiera incentrata sulla donna dove saranno presenti personalitá di rilievo come la Franco-Colombiana Ingrid Betancourt, ospite d’onore 2011, la Libanese Joumana Haddad,  la Finlandese Sofi Oksanen,  l’Americana Patricia McDonald, la Senegalese Oumou Sy.

Non mancheranno scrittrici come Laure Adler, Michèle Fitoussi, Geneviève Brisac, Nathalie Kuperman, Olivia Rosenthal, Moka,  Lydia Flem, Kitty Crowther, Ariane Le Fort, Nadine Monfils, Françoise Lalande, Gwenaelle Stubbe, ma anche gli scrittori: Boris Cyrulnik, Patrick Lapeyre, Claro, Alexandre Jardin, Mathias Enard, Jérôme Ferrari, Régis Jauffret, Pierre Assouline, Tahar Ben Jelloun, perché citando Ana Garcia, commissario generale della Fiera « Les hommes ne sont jamais très loin des femmes».

Book 149  sará presente a questo evento tutto al femminile  e vi da  quindi appuntamento  a Bruxelles  dal 17 al 21 febbraio!

À bientôt 🙂

Per info: http://www.flb.be/

COFFEE & BOOKS

Sorseggiare un caffé leggendo  un buon libro é  senza dubbio uno dei piccoli piaceri della vita, se poi il caffé lo prendiamo in questo coffeeshop D’Espresso a Manhattan, il piacere raddoppia…anzi triplica e quadruplica.

La particolarità di questo locale sta tutta nel suo design: libri, libri e ancora libri, sopra, sotto, di lato…insomma ovunque!

Attenzione però perché c’é il trucco:  i libri non sfidano le leggi della gravità come potrebbe sembrare.

Si tratta infatti di  un ingegnoso trompe l’oeil che, realizzato dal designer Anurag Nema e dal suo team,  crea  questa divertente illusione ottica.

http://www.fastcodesign.com/1662440/upside-down-cafe-looks-like-a-library-flipped-on-its-side

Ricordando…

Era estate a Bologna ed in Piazza Maggiore proiettavano “I soliti ignoti”.

Si trattava della  versione restaurata ed alla presentazione c’era anche  Mario Monicelli che allora novantenne trasmetteva  un’energia da far invidia ai piú giovani.

A distanza di cinque anni,  resta il ricordo della bella serata e di  quella inspiegabile e gradevole  sensazione che si prova dopo aver visto non solo un bel film ma un  vero e proprio frammento  di storia del cinema.

Sin sangre: la nueva vida de una novela

La novela “Sin Sangre” de Alessandro Baricco, publicada en España por la editorial Anagrama, acaba de convertirse en Italia en novela gráfica (Edizioni BD)   gracias al trabajo del guionista Tito Faraci ( Tex, Dylan Dog, Topolino) y del  joven diseñador Francesco Ripoli ( Ilaria Alpi, 1890).

No he leído la novela en original sin embargo, su nueva vida en versión gráfica  ha despertado mi curiosidad,  sea por el prestigio de su autor sea porque se trata de un genero que suelo leer con mucho gusto.

Además,  por lo que he visto, el resultado  es prometedor: 80 tablas de atmósfera oscura  y  tintas fuertes  que  acompañan un guión dramático y cautivante.

¡Difícil resistirse!

Ad alta voce tra le foglie di tabacco

El tabaco es una novela y el cigarro un poemita amargo que hace mucho daño“, Miguel Barnet

E se all’improvviso, mentre  siete al lavoro, avviluppati  nella solita monotona routine, occupati in un noioso e ripetitivo copy -paste sull’acerrimo file excel, qualcuno iniziasse a leggervi un libro per tenervi compagnia…come reagireste?

Anche se puó sembrare strano esiste davvero chi ha avuto quest’idea e l’ha convertita in una professione.

Si tratta   del lector de tabaquería ovvero colui che legge ad alta voce (el lector appunto) nelle  fabbriche di sigari piú famosi…quelli cubani por supuesto.

L’ origine di questo mestiere  risale  al lontano 1865 quando, gli operai di un sigarificio iniziarono a pagare un lettore affinché li  intrattenesse, durante la lunga e ripetitiva giornata lavorativa.

Il “lector” leggeva quotidiani e soprattutto romanzi, spaziando dai  piú leggeri fino alle opere piú ampie e complesse  di illustri autori come  Victor Hugo e Shakespeare, che piacquero tanto da dare il nome a due note marche di sigari: Montecristo e Romeo y Julieta.

E cosí, leggendo ad alta voce tra le foglie di tabacco, la figura del lector si é consolidata nella tradizione cubana fino ad arrivare  ai giorni nostri.

Certamente oggi il lettore ha perso il fascino di un tempo, in pochi sono quelli che interpretano il testo ed in  molti invece quelli sostituiti da un autoparlante ma, nonostante tutto, resta un mestiere che mi affascina per il suo  sapore  antico in contrasto con un’epoca di rivoluzione tecnologica, dove l’avvento dell’ebook sta cambiando la concezione del libro ed il modo di leggerlo.

Una maniera peculiare di trasmissione della cultura in attesa da tempo di un degno riconoscimento.