Non tutti i bastardi sono di Vienna

Unite un titolo accattivante “Non tutti i bastardi sono di Vienna” con una casa editrice come Sellerio ed un autore,  Andrea Molesini, con un passato nella narrativa per ragazzi, che si cimenta ora nel suo primo romanzo ed ecco che é subito amore a prima vista.

Siamo in un paesino non lontano dal Piave a pochi giorni dalla disfatta di Caporetto. Gli austriaci avanzano inesorabilmente ed il giovane Paolo  narra in prima persona le vicende che lo vedono coinvolto, nello scenario di Villa Spada, la residenza della sua famiglia dove il diciassettenne vive con l’eccentrico nonno Guglielmo, un buddista aspirante scrittore di un libro mai iniziato e con  nonna Nancy una pantera canuta, colta e determinata.

Nella villa risiede anche una zia non più giovane, donna Maria,  schiava di una fierezza  che intimorisce ogni possibile pretendente.

C’é Teresa la domestica tutto d’un pezzo, più forte di un mulo e non meno cocciuta che non risparmia un “diambarne de l’ostia” a nessuno, sua figlia Loretta belloccia e un po’ stupida. Renato il guardiano dal passato misterioso e  Giulia, matta, bella e rossa,  la fiammeggiante cugina che fará girare  la testa al nostro giovane protagonista.

Ma soprattutto c’é lei, la guerra, la Grande Guerra, atroce, terribile, affamata, senza senso. Una guerra che  Paolo  impara a conoscere dapprima come spettatore, inorridito ed impotente, della violenza ai danni delle ragazze del paese, dei soprusi dei nemici che hanno invaso la sua casa, dei corpi mutilati dei soldati,  poi, lasciandosi poco a poco coinvolgere dagli eventi  fino a mettere a repentaglio la propria vita in un desiderio profondo di rivalsa patriottica.

Una bella opera prima, un linguaggio preciso e fluido, una caratterizzazione dei personaggi che crea quel giusto tocco di realismo senza esagerazioni. E quella punta d’ironia nel titolo sulla cui origine non dirò nulla. Leggete il libro e capirete.

Buona lettura🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...